Home >> Articoli del Dott. Ernesti

Articoli del Dott. Ernesti

Tumori labbro inferiore.

I tumori del labbro inferiore costituiscono una alta percentuale delle neoplasie della faccia.
La loro asportazione deve considerare oltre la radicalita' oncologica , anche il lato estetico.

Tonsille e Adenoidi

Tonsille ed adenoidi.L'asportazione chirurgica delle tonsille e della adenoidi deve rispettare scrupolosamente le indicazioni fornite in tal  senso dalle Linee Guida della Società Italiana  di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale , che ha codificato tecniche e modalità.

Le Vertigini

Le vertigini hanno tante cause che possono scatenarle e si possono presentare con una miriade di sintomi diversi da caso a caso.
Una attenta valutazione diagnostica permette di instaurare la terapia più adeguata.

Guarda il Video

Tags: 

Calcoli Ghiande Salivari Scialoendoscopia

In questo video il Dott. Paolo Ernesti ci introduce alla tecnica della ScialoEndoscopia.La formazione di calcoli nei dotti delle ghiandole salivari ( Parotide e Sottomascellare ) provoca una sintomatologia dolorosa , più accentuata durante la masticazione.Se dopo un tentativo con la terapia medica non si risolve , va allora effettuata una rimozione chirurgica , che consta di varie tecniche.Recentemente la SCIALOENDOSCOPIA (cioè la endoscopia dei dotti salivari) ha permesso di ottenere ottimi risultati .

TURBINOPLASTICA

In questo video il Dottor Ernesti presenta l'intervento di Turbinoplastica.

Intervento che mira a ridurre l'eccedenza di spessore dei turbinati senza però asportarli , perché questo altererebbe la funzionalità della respirazione nasale ( SINDROME DEL NASO VUOTO ).

Viene eseguito in anestesia locale con sedazione ( presente l'Anestesista ) con tecnica ENDOSCOPICA con RADIOFREQUENZA .
Non è doloroso , non richiede TAMPONI NASALI nè degenza .

Rinoplastica - Chirurgia funzionale ed estetica del naso

In questo video il Dott. Paolo Ernesti introduce la rinoplastica funzionale ed estetica del naso.

È un intervento chirurgico che mira ad armonizzare la piramide nasale con il volto .
Spesso , oltre ad avere una finalità estetica , si rende necessaria per motivi funzionali della respirazione e può essere associata ad un intervento sul setto nasale ( SETTOPLASTICA ) e sui turbinati ( TURBINOPLASTICA ).
L'intervento può essere effettuato sia in anestesia locale con sedazione sia in anestesia generale e richiede al massimo un giorno di ricovero.

Russamento e Apnee

In questo video il Dott. Paolo Ernesti ci introduce alla patologia del russamento e quali mezzi ageguati per risolverla.

Il russamento è determinato da una vibrazione dei tessuti molli del faringe che crea un rumore fastidioso per il partner di letto ; l'apnea è una ostruzione che si determina durante il sonno per un collasso di vari distretti del faringe.
Le apnee in sonno costituiscono una vera e propria sindrome ( OSAHS ) , che crea conseguenze dannose per l'organismo .
Esistono attualmente  mezzi adeguati per arrivare alla diagnosi e per risolvere questa patologia.

Turbinoplastica mininvasiva in endoscopia con radiofrequenza

Quale è la funzione dei turbinati.

Come gran parte delle funzioni del nostro organismo, anche dei turbinati ne conosciamo solo alcune. I turbinati sono strutture che si trovano ai lati delle fosse nasali ( di solito tre per ogni lato ) e sappiamo che assolvono a funzioni importanti della respirazione. L'aria che passa nel naso e scivola con flussi ben determinati sulla mucosa che riveste le fosse nasali,viene riscaldata,umidificata e purificata,prima di passare nelle vie aeree più basse ed arrivare alla fine negli alveoli polmonari , dove avviene la cessione dell'ossigeno al nostro sangue .

Sindrome delle Apnee e Ipopnee Ostruttive del Sonno

Se si attua una analisi bibliografica della letteratura delle OSAHS (Sindrome delle Apnee e Ipopnee Ostruttive del Sonno) su motori di ricerca online (es. PUBMED), si ottengono molte migliaia di articoli (16.227 da ricerca eseguita in data 05.10.2012), sia a contenuto sperimentale che a contenuto diagnostico-terapeutico. Abbiamo quindi ritenuto opportuno limitare il nostro aggiornamento bibliografico alla terapia chirurgica dell’OSAHS, con particolare attenzione alla chirurgia faringo-palatale, al fine di ottenere una analisi dettagliata e utile nella pratica clinica. Abbiamo quindi fatto precedere l’elenco degli articoli piu’ significativi, alcune note di commento sulle recensioni sistematiche di analisi dei risultati della terapia chirurgica nell’OSAHS e riportato in sintesi i più citati e autorevoli contributi scientifici sulla chirurgia del palato nel paziente OSHAS.

Intervento di Rinoplastica: quando e come

rinoplastica

l naso, posto al centro della faccia, determina circa il 70% delle caratteristiche statiche di un volto (le caratteristiche dinamiche le determinano gli occhi e la bocca). Quindi da sempre il naso ha costituito per l'uomo una struttura la cui gradevolezza estetica è ritenuta importante per se stessi e per gli altri. Quando ha cominciato l'uomo a voler modificare il proprio naso, quando la sua forma non lo gratificava? Papiri egizi già parlavano di interventi fatti al naso più di tremila anni fa come rese noto E. Smith nel 1930. E poi la medicina indiana, quella italiana nel Rinascimento e via via fino ad arrivare a quello che si considera il fondatore della chirurgia estetica-correttiva nasale, mediante incisioni interne, che è il berlinese Jacques Joseph (1865-1934). Dagli inizi del secolo passato si sono poi succeduti molti maestri di questa disciplina chirurgica che, apportando spesso nuove tecniche, hanno diffuso sempre di più in tutto il mondo questo tipo di intervento (attualmente ha molto successo in Cina ed in Corea, dove è richiestissimo per somigliare a noi occidentali, mentre in Giappone, più tradizionalista, non è sentito come cosa gradevole per la fisionomia).

Poliposi Nasale

Dott. Paolo Ernesto - Poliposi Nasale

Delle volte è una sensazione progressiva di chiusura del naso che si instaura nel giro di qualche mese o talvolta compare improvvisamente come se fosse un raffreddore. Il naso goccia, è chiuso, passano alcuni giorni e gli odori si percepiscono di meno. Finalmente una visita con ispezione endoscopica delle fosse nasali rileva che dei polipi si stanno formando o meglio cominciano ad occupare il naso. Per polipo in medicina si intende una escrescenza mucosa. La parola, che deriva dal greco e significa molti piedi, nel caso dei polipi nasali rende bene l'idea in quanto queste escrescenze sono particolarmente ramificate e tendono ad invadere le strutture ossee da cui si originano. I polipi non si originano nel naso ma dalle strutture che comunicano con esso (seni paranasali), soprattutto dall'etmoide e dal seno mascellare. E' qui che il rivestimento mucoso, a causa di stimoli di vario genere (infiammatori, allergici, vasomotori) comincia ad ingrandirsi, tumefarsi e progressivamente occupa la struttura stessa e poi passa nel naso.